Storie di ordinaria celiachia



La celiachia è un' intolleranza permanente al glutine. Il glutine, ovvero la componente proteica del frumento e di altri cereali come farro, orzo, segale, avena, kamut, bulgur (grano cotto), malto e seitan, è il fattore scatenante della malattia. La celiachia, detta anche enteropatia glutine-sensibile, è una malattia autoimmune; l'intestino del celiaco, infatti, non riesce ad assimilare il glutine che quindi viene considerato come un agente tossicoNel celiaco ingerire glutine attiva in maniera anomala il sistema immunitario che reagisce danneggiando la mucosa intestinale e atrofizzando i villi intestinali. Questi ultimi sono delle piccole strutture sottili e allungate che in condizioni normali permettono l'assorbimento delle sostanze nutritive.

Con 183mila persone diagnosticate nel 2015, la celiachia non è più una malattia rara ma cronica e sociale.

Il numero delle diagnosi è in continuo aumento, anche se ancora molto distante dal numero stimato dal Ministero della Salute pari a 600mila. 

"Tutelare i celiaci non è solo una missione sanitaria ma anche e soprattutto sociale", si legge nella relazione del Ministero. Per "gestire la propria vita e la propria giornata in modo sereno, è buona regola iniziare dall'educazione alimentare". Ma dove fanno la spesa i celiaci?

La diagnosi di celiachia apre la porta a un bonus mensile da spendere nella propria Regione per i prodotti sostitutivi. La cifra è stata stabilita dal legislatore nel 2001 sulla base dei fabbisogni calorici giornalieri, intendendo che dovessero coprire solo il 35% del fabbisogno complessivo del celiaco.

Se fino a qualche anno fà la farmacia rappresentava l'unico punto vendita in cui i celiaci potevano acquistare i prodotti gluten-free, spendendo il buono Asl, adesso i celiaci possono fare la spesa anche nei punti vendita della Gdo (grande distribuzione organizzata) e in alcuni negozi specializzati in alimentazione. L' offerta si completa anche con ristoranti, pizzerie e panifici che offrono menù specifici e prodotti garantiti. Il tutto contribuendo a rendere la vita del celiaco più semplice possibile.